Navigazione veloce
Home > Indirizzo Musicale

Indirizzo Musicale

Presentazione 

STORIA DELL’INSEGNAMENTO DI STRUMENTO MUSICALE NELLA SCUOLA “CAIO GIULIO CESARE”.

La scuola secondaria di 1° grado “Caio Giulio Cesare” è stata una delle prime nella provincia di Venezia ad aver attivato fin dal 1989, a fianco del tradizionale percorso di studi, il Corso ad Indirizzo Musicale, che consente agli allievi iscritti di studiare gratuitamente uno strumento musicale.
A seguito del D.M. 3/8/79, che stabiliva in tutta Italia l’istituzione dei corsi triennali ad orientamento musicale, la S.M.S “Caio Giulio Cesare”, su iniziativa dell’allora dirigente prof. Giuseppe Giorgi, ha avviato l’insegnamento dello strumento musicale, denominato Sperimentazione Musicale, nell’anno scolastico 1989/90. Al tempo gli strumenti studiati erano tre: pianoforte (2 cattedre), violino e clarinetto (1 cattedra).
Dopo il D.M. 13/2/96 è risultato sempre più evidente all’interno della scuola il ruolo determinante dell’insegnamento musicale. La legge 124/99, con la riconduzione ad ordinamento dei corsi sperimentali e la successiva istituzione della classe di concorso di strumento musicale, ha fissato sempre con maggior precisione i tempi e i modi dell’insegnamento. “Il docente non è più vincolato alla singola ora di lezione individuale, ma può destinare le sue ore di insegnamento “alla pratica strumentale individuale e/o per piccoli gruppi anche variabili nel corso dell’anno, all’ascolto partecipativo, alle attività di musica d’insieme, nonché alla teoria e lettura della musica: quest’ultimo insegnamento – un’ora settimanale per classe – può essere impartito anche per gruppi strumentali”.
Nei primi anni del 2000 è stato introdotto come quarto strumento la chitarra, che ha sostituito la seconda cattedra di pianoforte. A seguito della crescente richiesta per i corsi di strumento, che le quattro cattedre presenti riuscivano ad assorbire sempre meno, i dirigenti hanno fatto richiesta di raddoppio delle cattedre. L’ampliamento è stato concesso nel 2009, prima col raddoppio delle cattedre degli strumenti esistenti, poi sostituendo la seconda cattedra di violino e clarinetto con due nuove cattedre di flauto traverso e violoncello.

SITUAZIONE ATTUALE

Il nostro Istituto offre agli iscritti l’opportunità dello studio di uno strumento musicale, a scelta tra i seguenti sei:
violino,
violoncello,
flauto traverso,
clarinetto,
chitarra,
pianoforte.
La presenza di tali corsi rappresenta un’importante opportunità formativa offerta agli allievi: lo studio dello strumento è infatti parte integrante dell’insegnamento curricolare.
I corsi ad indirizzo musicale sono finalizzati alla promozione della formazione globale dell’individuo, offrendo all’alunno, attraverso una più attiva applicazione ed esperienza musicale, occasioni di maturazione logica, espressiva e comunicativa. Attraverso l’insegnamento strumentale e la sua pratica nelle varie forme (dalla lezione individuale alla musica d’insieme) si perseguono obiettivi non solo cognitivi, ma anche affettivi e psicomotori.
Nella pratica strumentale, infatti, il soggetto mette in gioco facoltà fisiche, psichiche, logiche, affettive e relazionali. L’apprendimento di uno strumento musicale diventa quindi un mezzo, prima che un fine, per lo sviluppo dell’individuo e delle sue potenzialità, intelligenza e socialità.
1) L’orario di 32 ore prevede due ore di potenziamento rispetto al tempo normale di 30 ore, suddivise in un’ora di lezione individuale di strumento e un’ora di lezione collettiva di Teoria e/o Musica d’insieme, da frequentare in orario pomeridiano, dal lunedì al venerdì, a partire dalle ore 13.00.
2) Viene inoltre attivato ogni anno all’interno delle attività del POF il progetto “Orchestra Caio Giulio Cesare”, rivolto agli alunni di seconda e terza che abbiano raggiunto i requisiti minimi di autonomia nell’uso dello strumento. Tale attività rappresenta il momento centrale e culminante dell’esperienza musicale scolastica e si concretizza nella preparazione di un repertorio di brani da eseguire nelle diverse manifestazioni e spettacoli organizzati all’interno della scuola e nel territorio circostante.
3) L’Indirizzo Musicale è trasversale alle sezioni e non vincolante rispetto alla scelta della seconda lingua.
4) Per accedere ai corsi di strumento della secondaria di primo grado è necessario farne esplicita richiesta al momento dell’iscrizione.
5) Dopo la scelta fatta all’inizio della classe prima, la frequenza ai corsi di strumento è obbligatoria e non è consentito in alcun modo sottrarvisi.
6) L’insegnamento dello strumento si configura come l’insegnamento di una qualsiasi altra materia e pertanto concorre alla valutazione: “L’insegnante di strumento musicale, in sede di valutazione periodica e finale, esprime un giudizio analitico sul livello di apprendimento raggiunto da ciascun alunno al fine della valutazione globale che il consiglio di classe formula” (art.7 DM 201/99).  La disciplina viene dunque valutata come le altre, con voti espressi in decimi.
7) La competenza viene espressa anche in sede di esame di licenza media, quando l’allievo è chiamato ad esibirsi col proprio strumento, nonché a dar prova delle sue conoscenze teoriche. “In sede di esame di licenza viene verificata, nell’ambito del previsto colloquio pluridisciplinare, anche la competenza musicale raggiunta al termine del triennio sia sul versante della pratica esecutiva, individuale e/o d’insieme, sia su quello teorico” (art.8 DM 201/99).
8) Per accedere ai corsi, gli allievi che optano per l’indirizzo musicale sono chiamati ad affrontare un semplice test attitudinale, che può essere affrontato anche da coloro che non posseggono specifiche competenze musicali. Il test verrà effettuato al termine delle iscrizioni, e servirà per la formazione di una graduatoria prioritaria, anche nel caso le richieste di iscrizione fossero superiori ai posti disponibili. Consiste essenzialmente nell’ascolto e nella riproduzione per imitazione di brevi sequenze ritmiche e melodiche proposte dagli insegnanti della commissione.
9) Gli alunni ammessi verranno distribuiti nelle otto classi di strumento (2 classi di pianoforte, 2 di chitarra, 1 per gli altri strumenti) a seconda dei posti disponibili all’inizio dell’anno scolastico.
10) Le competenze acquisite nella scuola ad indirizzo musicale sono spendibili per il proseguimento degli studi musicali (liceo musicale) e per la partecipazione alla vita culturale, in gruppi musicali, associazioni artistiche e quant’altro viene offerto dal territorio.

Il progetto

progetto curr.IM G.Cesare
Titolo: progetto curr.IM G.Cesare (0 click)
Etichetta:
Filename: progetto-curr-im-g-cesare.pdf
Dimensione: 40 kB

Il regolamento

regolam IM G.Cesare
Titolo: regolam IM G.Cesare (0 click)
Etichetta:
Filename: regolam-im-g-cesare.pdf
Dimensione: 69 kB

Criteri di ammissione

 

Criteri ammissione Indirizzo Musicale
Titolo: Criteri ammissione Indirizzo Musicale (0 click)
Etichetta:
Filename: criteri-ammissione-indirizzo-musicale.pdf
Dimensione: 56 kB


Esibizioni 13 maggio 2017  Villa dei Leoni di Mira e del 26 maggio 2017 Aula Magna scuola Silvio Pellico Mestre

Esibizioni del 2 giugno 2016

Canzone cinese

 Tango

Moon River